Geolocalizzazione e Privacy

Anno 4 Nr. 3 - FOGLIO TECNICO del 04/05/2017

Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato la newsletter n. 427 del 21 aprile 2017. Tra i vari argomenti trattati, il Garante della privacy si è soffermato sui sistemi di geolocalizzazione installati sui veicoli aziendali.

In particolare, la decisione del Garante della privacy (allegata) entra nel merito alla richiesta di verifica preliminare presentata da una Società che offre servizi idrici e assistenza in caso di problemi alla rete. All’esito dell’istruttoria basata sulla documentazione presentata, il Garante ha affermato la liceità dei sistemi di localizzazione geografica sui veicoli aziendali una volta accertato che gli stessi rispondono a varie (lecite) esigenze quali l’ottimizzazione della gestione delle richieste di intervento/emergenze, l’innalzamento delle condizioni di sicurezza sul lavoro dei dipendenti, la corretta manutenzione dei veicoli, la tutela del patrimonio aziendale, il calcolo del tempo di lavoro effettivo ed anche la gestione di eventuali incidenti stradali o di sanzioni subite per violazioni del codice della strada.

Quindi l’Autorità ha riconosciuto il legittimo interesse della Società a rilevare la posizione dei propri mezzi per le molteplici finalità indicate ma solo nel pieno rispetto della privacy dai lavoratori: il legittimo interesse della impresa dovrà quindi contemperarsi con il rispetto delle regole poste a tutela della riservatezza e della dignità personale dei lavoratori. In particolare si dovrà attentamente procedere a:
- fornire adeguata informazione ai singoli lavoratori circa l’uso degli strumenti e le modalità di effettuazione dei controlli;
- definire le modalità di raccolta elaborazione e conservazione dei dati (di geolocalizzazione e personali) differenziando le tutele in base alla specifica finalità perseguita;
- adottare idonee e specifiche misure di sicurezza, consentendo in particolare l’accesso ai dati trattati al solo personale incaricato, definendo per i dati di geolocalizzazione appositi profili autorizzativi individuali per singolo utente;
- utilizzare tutte le informazioni nel rispetto delle previsioni contenute nel D. L.gs n.196/2003 e nei provvedimenti successivi del Garante.

La Società potrà comunque avviare il trattamento delle informazioni sulla posizione geografica dei veicoli di lavoro solo dopo aver effettuato la notificazione al Garante e aver fornito un’informativa completa ai dipendenti.

Inoltre, atteso che tale sistema potrebbe consentire “indirettamente” il controllo a distanza dei lavoratori, per poterlo attivare la Società dovrà preventivamente raggiungere un accordo con le rappresentanze sindacali o, in sua assenza, dovrà richiedere l’autorizzazione all’Ispettorato nazionale del lavoro.

Dr. Andrea Rapacciuolo - Responsabile Area Coordinamento Vigilanza presso la Direzione Interregionale del Lavoro di Milano


Download Foglio Tecnico concesso solo a utenti registrati

User Account

Password dimenticata? Clicca qui

Iscrizione Gratuita

Iscriviti ora »

© Copyright 2017 FTL Foglio Tecnico di Aggiornamento Lavoro.